Agevolazione prima casa: nessuna decadenza in caso di riacquisto dell’abitazione in Svizzera


Per il contribuente che vende l’immobile nei cinque anni dall’acquisto con l’agevolazione “prima casa” non è prevista la decadenza dal beneficio qualora procede, entro un anno dalla vendita, all’acquisto di altro immobile in Svizzera (Agenzia Entrate – risposta n. 65/2020).

Il chiarimento arriva direttamente dall’Agenzia delle Entrate che si è espressa sull’estensione dell’agevolazione prima casa anche sul riacquisto dell’abitazione all’estero, a seguito della vendita dell’immobile nei cinque anni dall’acquisto agevolato.


La normativa italiana infatti prevede la decadenza delle agevolazioni in caso di vendita dell’immobile acquistato con l’agevolazione entro cinque anni dalla data di acquisto, salvo il caso in cui entro un anno dalla vendita, si proceda all’acquisto di altro immobile da adibire a propria abitazione principale. Su tale circostanza è stato ulteriormente chiarito che in caso di cessione entro cinque anni dell’immobile acquistato con l’agevolazione, è esclusa la decadenza dal beneficio anche nel caso in cui il contribuente proceda, entro un anno dall’alienazione, all’acquisto di altro immobile sito all’estero, sempreché sussistano strumenti di cooperazione amministrativa che consentono di verificare che effettivamente l’immobile ivi acquistato sia stato adibito a dimora abituale.
Riguardo ai rapporti tra l’Italia e la Svizzera, l’Agenzia delle Entrate dispone dei suddetti strumenti di cooperazione amministrativa con la Svizzera che consentono appunto di verificare che l’immobile acquistato sia adibito a dimora abituale dell’acquirente.


Tra l’Italia e la Svizzera è di fatto presente un Trattato di reciproca assistenza amministrativa in materia fiscale attivabile anche ai fini dell’agevolazione prima casa.